Osteobike Congresso Associazione Aequabilitas 2018

Congresso dell’Associazione Aequabilitas 2018 – Travedona Monate

Grazie alla Associazione Aequabilitas Scienze Cultura e Sport per averci ospitato

 

ECCO IL PROGRAMMA DELL’EVENTO

 

INTRODUZIONE

Le attuali cyclette e le biciclette in commercio sia amatoriali che professionali impongono una valorizzazione muscolare anteriorizzata. In effetti lo schema parafisiologico che ritroviamo sull’avanzare dell’età presenta sempre di più una riduzione della elasticità in estensione delle anche comunemente definiti come retrazione ischio crurale o degli “hamstring”. L’utilizzo di una bicicletta o cyclette con retroposizione della pedalata dovrebbe attivare maggiormente la componente muscolare posteriore e recuperare un atteggiamento posturale corretto.

 

COMMENTO SULLA CINEMATICA

L’analisi ha evidenziato che l’utilizzo della Osteobike, in confronto ad una cyclette tradizionale, comporta, per quanto riguarda i soggetti di sesso maschile, una maggiore mobilità del rachide, sia sul piano frontale che sagittale. Nei soggetti di sesso femminile, invece, la maggiore mobilità è stata riscontrata a livello del bacino sul piano coronale. Questa differenza di comportamento tra i due sessi può trovare giustificazione in parte nelle diversità a livello di conformazione anatomica del bacino, ma anche in un differente approccio alla pedalata sulla Osteobike, che, con una sella che non vincola totalmente il bacino come una cyclette tradizionale, necessita di una attivazione muscolare per stabilizzare il corpo a livello del tronco e bacino e che, di conseguenza, porta a zone di mobilità differente.

 

CONCLUSIONI

Sulla base dei risultati ottenuti, si può concludere che la possibilità di utilizzare in riabilitazione una cyclette che abbia anche la possibilità di variare l’arretramento dei pedali rispetto alla posizione della sella e, come previsto nel progetto Osteobike, con un supporto addominale, porterebbe vantaggi in almeno due grandi casistiche di trattamenti. La prima riguarda tutti quei casi di dolori del rachide lombare e lombo-sciatalgie di tipo funzionale/posturale, in cui non vi sia una causa organica, e che ora, secondo svariate metodiche (Rieducazione Posturale Globale concetto Souchard, Mèzieres, McKenzie, Kinetic Control, Maitland), vengono spesso trattati attraverso il rinforzo dei muscoli stabilizzatori del tronco, chiamati anche del “core”, come addominali profondi (trasverso ed obliquo esterno) e, in alcuni casi dove necessario, dei paravertebrali, oltre che con l’allungamento di muscoli come l’ileo-psoas, quadricipite femorale e bicipite femorale. Spesso questo tipo di attività riabilitativa ha dei limiti di efficacia per la notevole difficoltà che hanno alcuni pazienti nell’effettuare alcuni esercizi e nel
reclutamento segmentario di questi muscoli.

La seconda casistica riguarda tutti quei casi in qui vi sia ipotrofia e ipotonia dei muscoli grande gluteo e quadricipite femorale necessari per il corretto mantenimento della stazione eretta e la ripresa della deambulazione. Spesso questa situazione si verifica nel trattamento degli esiti di intervento chirurgico di protesi d’anca dovuta a coxoartrosi, dove, a differenza dei casi traumatici, il tono e trofismo muscolare degli arti inferiori è notevolmente ridotto in seguito a prolungata ipomobilità pre-intervento a causa del dolore al movimento. Parte del protocollo riabilitativo verte proprio sul recupero mirato di questi muscoli, anche per un precoce svezzamento dagli ausili e per garantire una migliore e più deambulazione, proprio per l’effetto di controllo del quadricipite femorale sul ginocchio nella fase di appoggio e carico. L’attivazione indotta al tibiale anteriore può essere utile proprio nelle persone anziane che hanno una fisiologica tendenza all’ipomobilità dell’articolazione tibio-tarsica, soprattutto in flessione dorsale, oltre che in casi selezionati di lesioni del sistema nervoso periferico con deficit di questo muscolo.

Infine l’attivazione della componente posteriore muscolare e la coattivazione ritmica lombare/addominale può giovare in casi di allenamento e riscaldamento in numerosi sport (Rugby, Sci,
Ciclismo, Calcio, Canoa, Atletica, Vela…)

 

 

Scarica il Manifesto dell’eventoCongressoAssociazioneAequabilitas2018

× Domande? Scrivici